Con il termine Open Source nel linguaggio informatico si indica un software di cui gli autori (più precisamente i detentori dei diritti) rendono pubblico il codice sorgente, favorendone il libero studio e permettendo a programmatori indipendenti di apportarvi modifiche ed estensioni.  Il progetto Open Source: Intercultura e Cooperazione sperimenta e trasferisce l’approccio descritto sopra nella realtà sociale di Napoli e provincia con la creazione di uno spazio incontro tra giovani cittadini italiani e comunità migranti, inclusi i richiedenti e titolari di protezione internazionale. I partecipanti coinvolti stanno portando avanti  attività laboratoriali artistiche e culturali volte a promuovere il dialogo interculturale, lo sviluppo e lo scambio di buone prassi di cittadinanza attiva e al contempo divengono protagonisti dell’ ampliamento del raggio di azione delle attività previste attraverso esperienze di co-progettazione e networking.

Nella nostra sede si svolgono lo sportello di consulenza alla progettazione che ha come scopo favorire la cittadinanza attiva e la partecipazione. Entro la fine dell’anno saranno avviati classi di workshop in cui sarà trattato l’avviamento e il consolidamento delle attività imprenditoriali  ed un percorso di progettazione, tale percorso sarà pensato per sviluppare e rafforzare le attività delle comunità dei migranti.

opensourc_160418064244_f2kj

 

 

 

ENTI ADERENTI:

  • LESS – Centro studi e iniziative di Lotta all’Esclusione Sociale per lo Sviluppo del Mezzogiorno d’Italia – Impresa Sociale ONLUS
  • Associazione Sri Lanka Napoli
  • Associazione Forum Cubano Napoletano
  • Associazione Rifugiati Napoli
  • Comunità Palestinese della Campania